I frollini del Povero Diavolo

Venerdì, 2 luglio 2010

ore 8,30

La valigia di nuovo pronta. Meta? La Sicilia. Prima di dileguarmi (hahaha) per una intera settimana voglio spostare indietro la memoria e parlarvi di un piacevolissimo fine settimana a Torriana trascorso non troppo tempo fa. Torriana è un minuscolo paesino sui colli vicino Rimini, una bomboniera che racchiude balconi fioriti, silenzio e rilassanti scorci sui monti verdeggianti. Peccato che proprio in quel weekend ci sia stato un orrendo temporale..vabbè…dicevo.. siamo andati alla Locanda del Povero Diavolo un luogo davvero delizioso. Un ristorante che accoglie con il calore del legno chiaro e delle tovaglie candide, un’ospitalità familiare che fa sentire a casa propria, una locanda dalle camere sobrie in cui la tv è bandita per far posto a pile ordinate di romanzi e saggi da leggere o sfogliare mentre si assapora il piacere del tempo ritrovato.

Il giovane chef Pier Giorgio Parini conversa con i commensali usando l’affascinante linguaggio delle erbe selvatiche, aromatiche e dei fiori. Mostra creatività e radici che si immergono nel territorio, abilità tecnica e raffinata sensibilità. Il fluire dei piatti si sofferma ora su sapori rassicuranti (penso, ad esempio, alla quinoa con borragine), ora su accenti insoliti (tagliatelle al peperone e caffè). Una cena a uno dei tavoli della Locanda è un momento di gran piacere in cui mettersi alla prova, giocare, per interpretare e riconoscere piccole intriganti sfumature di aromi, oppure scoprire che l’anguria può diventare qualcosa di inatteso molto lontano da un semplice frutto (geniale il “metà carne”).

Bene, la mattina della domenica, a colazione, ci hanno portato dei deliziosi frollini alla lavanda dal profumo inebriante ma pieni di delicatezza. La ricetta, purtroppo, non sono riuscita ad averla. Tornata a casa ho pensato a come ricreare quel magico biscotto…

Frollini alla lavanda

125g burro

125g zucchero

250g farina

1 uovo

2  cucchiaini di fiori di lavanda secchi

2 cucchiani di miele (meglio se di lavanda)

Lavorate il burro con lo zucchero e il miele fino a quando sarà chiaro e spumoso, unite l’uovo. Aggiungete la farina – tutta in una volta – e i fiori di lavanda. Impastate velocemente e formate una palla. Avvolgete la frolla in pellicola trasparente e mettetela in freezer per una decina di minuti.

Riprendete l’impasto, formate uno o due salsicciotti, avvolgeteli nella pellicola trasparente. Poneteli in frigo per almeno un’ora. Preriscaldate il forno a 180°C. Prendete i salsicciotti di frolla, affettateli tagliando dei frollini alti circa 1/2 cm. Disponeteli su una teglia coperta con carta da forno e cuoceteli per 15 minuti circa. Se li volete meno croccanti riducete i tempi di cottura, se vi piacciono più duri prolungate la cottura per 1-2 minuti in più.

Lasciateli raffreddare per 5 minuti sulla teglia, poi spostateli su una gratella.

About these ads

4 thoughts on “I frollini del Povero Diavolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...