*Melitzanosalata, l’insalata di melanzane alla greca

Mercoledì, 14 settembre 2011

ore 17,30

In questi giorni – che si prospettano più frenetici che mai – ho deciso di riaccendere il forno. Considerando che le melanzane sono ormai agli sgoccioli (della serie se è di stagione è meglio) e che questa ricetta è una delle mie preferite in ambito greco, non ho voluto farmi sfuggire l’occasione di gustarmene un pò prima che fosse troppo tardi.

Anche se i greci la chiamano insalata (probabilmente perché viene mangiata come contorno o insieme ad altri piatti) in realtà è una crema di melanzane abbastanza soffice. Il bello della ricetta è che – oltre ad essere a prova di errore – la melanzana va cotta in forno (basso, se fa caldo come oggi!) per circa un’ora e nel frattempo ci si può dedicare ad altre attività ben più interessanti (che ne so..tipo limarsi le unghie??? LOL).

La versione classica prevede che la melanzana sia semplicemente schiacciata con la forchetta, ma visto che la mia aveva un pò troppi semini ed era quasi impossibile eliminarli tutti ho deciso per una bella mixerata. La ricetta è abbastanza open nel senso che uno la calibra come preferisce: più aglio/no aglio; più limone/oppure aceto di vino. Si può servire alla greca con della carne alla griglia o spalmare su dei crostini di pane caldi caldi.

*Melitzanosalata (insalata di melanzane alla greca)

1 melanzana tonda, grande

1/2 scalogno

1/2 spicchio d’aglio

sale e olio extravergine d’oliva qb

succo di limone a piacere

prezzemolo tritato per decorare

Preriscaldate il forno a 160°C. Bucate la melanzana con una forchetta. Avvolgetela in carta stagnola e fatela cuocere in forno per circa 45-60 minuti o fino a quando sarà tenerissima. Eliminate la buccia (potete scavare la polpa con un cucchiaio) e frullatela con aglio, scalogno, sale e succo di limone. Mettetela in frigo a raffreddare. Servitela spolverizzata con un pizzico di prezzemolo tritato.

Variazioni sul tema? Provate ad aggiungere al composto un pò di yogurt greco al naturale.

About these ads

10 thoughts on “*Melitzanosalata, l’insalata di melanzane alla greca

  1. Ok Grecia, Provenza, India e poi cos’altro? ;DDDD
    Mangiata mille volte in Grecia proprio come dici tu in accompagnamento a la classica con pomodori, feta e cipolla e una vota sorprendentemente dentro a un giro o ghiro (pitta con carne, salse ecc.insomma kebab..) molto molto buona, io preferisco la versione con scalogno o cipolla rossa, non amando alla follia l’aglio crudo, però degustibus ;)
    Senti ma come stai messa con Napoli? ahahahah
    Bacio o meglio filì (φιλί) kalispera ;)
    P.S. scusa eh ma stasera mi giro un pò così, strano!! ;D

    • @Ady Facciamo il giro del mondo!!!!!!! :) di aglio non vado matta nemmeno io, ma puoi benissimo farne a meno perché in molte versioni non è previsto. A Napoli?? mmmh oddio mi sò perssa quacche cosa? (sarà colpa dell’ora tarda ma i neuroni faticano a girare!!! LOL)

  2. Ok scusa la colpa è mia, rileggendo il commento mi rendo conto che “nun è chiar”
    Ok Grecia, Provenza, India e poi cos’altro? (intendevo dire le affinità comuni che abbiamo legate a questi posti)
    Senti come stai messa con Napoli?? (mi chiedevo se avessi qualche ricordo legato anche a Napoli)
    Vabbè tutto qui, scusami ancora te l’ho detto che mi girava strano ;))))

    • @Ady ah ecco..!! beh su Napoli gastronomica purtroppo non ho molti ricordi.. solo pizza e babà (di Scaturchio!bbuoni).. fanno un pò Italia-pizza-mandolino ma non ho mai avuto l’occasione di conoscere bene questa città! Che ne dici invece se ti lancio..mmh Torino o Roma?? :)))

  3. Ciao, sono Sonia, e sono capitata per caso sul tuo blog cercando proprio questa ricetta, e dopo un’accurata ricerca ho deciso che la tua era quella che mi convinceva di piu’ :) L’ho preparata giusto ieri sera e ho giusto una domanda che puo’ sembrare stupida: in quella della foto avevi gia’ aggiunto lo yogurt per farla diventare cosi’ chiara? Perche’ la mia e’ venuta molto piu scura, anche se comunque fantastica.
    Grazie e davvero complimenti per il blog!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...