Puro autunno: gelatina di mele cotogne & acqua di rose

Martedì, 20 novembre 2012

ore 16,00

Una passeggiata sul lago, le gambe avvolte in collant grigi a costine, l’aria gelida tra i capelli e il profumo della terra umida. Puro autunno. Un cucchiaino di gelatina, limpida e cristallina, dolce di mela cotogna, profumata d’acqua di rose. Sotto le nuvole bianche, Natale sembra quasi dietro la porta. E basta un attimo per perdersi in mille sogni.

Gelatina di mele cotogne & acqua di rose

per 2 barattolini

mele cotogne | 2 (circa 750-800g)

zucchero qb

acqua di rose | 1/4 cucchiaino

succo di limone qb

Sbucciate e private del torsolo le mele cotogne, tagliatele a cubetti e mettetele in una casseruola. Copritele (a filo) con acqua e succo di 1/2 limone. Fatele cuocere a fuoco lento per circa 1 ora/ 1 ora e 30 o fino a quando saranno tenere. Lasciatele raffreddare, poi scolatele in un colino a maglia molto fitta (eventualmente con mussolina) e raccogliete l’acqua/succo di cottura. Schiacciate leggermente le mele e lasciatele scolare sull’acqua raccolta per 1 notte intera. L’indomani, pesate il succo: per ogni 100ml di succo vi occorrono 75g di zucchero. Mescolate succo di cotogne e zucchero, aggiungete il succo di 1/4 di limone e versate in una casseruola. Dal momento in cui comincia a bollire calcolate circa 10-20 min. per ottenere la gelatina. A fine cottura, fuori dal fuoco unite l’acqua di rose. Distribuite la gelatina in vasetti sterilizzati e una volta raffreddata mettetela in frigo. Ottima sul pane e per accompagnare i formaggi.

Per testare la consistenza: mettete un piattino a raffreddare in freezer, versatevi sopra una goccia di composto e lasciate riposare per 1 minuto (a temperatura ambiente). Spostate con un dito: se il composto forma delle grinze/rughe la gelatina è pronta.

#Eco-cucina: con la polpa di mela rimasta fate una cotognata (usate 75g di zucchero per ogni 100g di polpa, aggiungete un pò di succo di limone e fate cuocere fino a quando il composto sarà molto denso e si staccherà dalle pareti della casseruola).

Pure Autumn: Quince & rosewater jelly

Walking around the lake, wearing grey ribbed leggins, there’s a nip in the air, earthy smell, foggy afternoons. Pure autumn. A spoonful of clear quince jelly, crystalline, sweet of quince, rose-scented. Under the white clouds, Christmas is around the corner. Just a moment and I get lost in a thousand dreams.

Peel, core and roughly chop 2 big quinces (about 750-800g, cleaned about 450g). Put in a large heavy-based pan, add enough water to cover the fruit, add the juice of 1/2 lemon and bring to the boil. Reduce the heat and simmer for about 1 hr/ 1,30 hr until the quinces are tender. When the quinces are cold, strain trough a muslin-lined colander, press a little and just leave it overnight, until all the juice has dripped through. Measure the juice: for each 100ml juice add 75g of sugar. Add the juice of 1/4 lemon. Bring to the boil, stirring constantly, boil hard until set (10-20 mins). Remove from the heat and stir in 1/4 tsp of rosewater. Pot into sterilised jars and store in the fridge. Makes 2 small pots. (Adapted from this recipe). Great for breakfast and with cheese.

To test the jelly: put a saucer in the freezer, spoon a little jelly onto the chilled saucer. Leave for 1 min then push your finger through the jelly: if it wrinkes is set.

#Eco-cooking tip: quince pulp left-overs can be used to make quince cotognata or paste (use 75g of sugar x 100g quince pulp, add some lemon juice, cook stirring often until very thick).

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...