Crema di carrube, fragole, lamponi e pistacchio di Bronte

crema_carrube1

ore 19,00

Ah, le carrube. Il “cioccolato” della mia infanzia. Un susseguirsi di ricordi: i quadretti di caramelle spigolose avvolti nella carta oleata; il gusto zuccheroso che sembra caramello un pò bruciacchiato, lasciato sul fornello qualche attimo in più del dovuto.

Le carrube, il cioccolato, le fragole, i lamponi e il pistacchio. Ovvero? Impossibile resistere! Questa ricetta di Casa Alice mi ha immediatamente gusto-trasportata :) a casa, nella Sicilia che amo. Tra i muretti a secco di Ragusa, le campagne che profumano di papaveri e il mare verde azzurro che cambia colore sotto i raggi del sole.

crema_carrube2

Una crema setosa che grazie al gusto leggero del latte di soia (e così è pure vegan) potenzia al massimo il sapore della farina di carrube. Qualche cucchiaio di zucchero di canna e poi ..frutta a piacere e perle di pistacchio di Bronte. Un dolce al cucchiaio leggero e senza alcun sottofondo grasso che lascia in bocca un gusto caramellato e fresco.

crema_carrube3

crema_carrube4

Crema di carrube, fragole, lamponi e pistacchio di Bronte

per 3-4 piccole coppette

latte di soia*, bio | 375g

farina di carrube** bio | 30g

maizena (amido di mais) | 15g

zucchero di canna, bio | qualche cucchiaio (circa 3-4)

fragole, lamponi e pistachi di Bronte per decorare, zucchero a velo qb

Mescolate farina di carrube e maizena, diluite piano piano con metà del latte, mescolando con una frusta fino ad avere un composto liscio e senza grumi. Scaldate il latte di soia rimasto e quando sta quasi per bollire unite il composto di carrube. Mescolate continuamente la crema che si addenserà nel giro di pochi minuti. Dividetela in coppette, quando è tiepida decoratela con fragole a pezzi, lamponi e pistacchio di Bronte. Prima di servirla spolverizzatela con zucchero a velo.

*se usate del latte di soia già dolcificato, aggiustate la quantità di zucchero a piacere; potete sostituire il latte di soia con latte vaccino. **la farina di carrube si trova nei negozi bio ed è un surrogato del cacao (da non confondere con la farina di semi di carrube che serve come addensante).

Se, come me, adorate le carrube vi linko anche la ricetta di una torta alla carruba semplice ma delicata!

English, please!!!

Ah, the carob! My childhood “chocolate”. Memories: the sharp-edged squares of sicilian carob candy wrapped in wax paper, the sugary taste that seems a burnt caramel, left on the stove for a moment longer than necessary.

Carob, chocolate, strawberries, raspberries and Bronte’s pistachio. Couldn’t resist! I was immediately transported :) at home, in Sicily. Among the stone walls of Ragusa, the grass that smells of poppies and the blue-green sea that changes color under the sunny rays. A silky pudding that thanks to the soy milk (it’s vegan too!) enhances the carob flavour. A few tablespoons of brown sugar and it’s done: plenty of red berries and green pearls of sicilian pistachio. A light dessert that leaves a freshy-caramel taste.

(Crema di carrube, fragole, lamponi e pistacchio di Bronte – carob pudding with strawberry, raspberry and Bronte pistachio) adapted from this recipe.

Ingredients: organic soy milk* 13 fluid oz (375g) | carob flour 1/4 cup (30g) | cornstarch 1 tbsp (15g) | organic brown sugar, a few tablespoons (about 3-4)| strawberries, raspberries and pistachios from Bronte to decorate, icing sugar to taste. Makes 2-3 small servings.

Mix carob flour and cornstarch and dissolve slowly with half of the milk, stirring with a whisk until you have a smooth mixture without any lumps. Heat the leftover soy milk left and when is almost to boil add the carob mixture. Stirring constantly: the crema  will thicken in a few minutes. Divide into cups, when it’s lukewarm sprinkle with chopped strawberries, raspberries and roughly chopped pistachio. Sprinkle with icing sugar before serving.

*if you use sweetened soy milk, adjust the amount of sugar to taste; you can substitute soy milk with cow’s milk.

crema_carrube5

About these ads

9 pensieri su “Crema di carrube, fragole, lamponi e pistacchio di Bronte

  1. La quarta foto racchiude tutta la meraviglia di questo dessert, luce stupenda!!
    Sai che pensavo, cara Ale, ho ben presente il sapore delle carrube (grazie alle caramelle … ho avuto occasione di assaggiare solo quelle) e assolutamente meritano, ma leggendo mi sono resa conto che il profumo dei campi di papaveri forse mi manca, non è distinto … sarà assimilabile alla dolcezza dell’aria primaverile??
    In ogni caso questa preparazione è già diretta sul mio taccuino per non perderla più (è troppo poetica =) ) e assaggiarla il prima possibile!!
    Buona giornata di calma e relax, a presto, grazie
    Lys

    • @Lys ^_^
      Eh, già :)))) il profumo dei papaveri è il profumo della campagna e della terra, dell’erba di primavera che ondeggia sotto il sole e il vento tiepido.
      E’ il profumo della Sicilia che spesso non ti aspetti.. è il profumo delle carrube!
      Buona settimana di sole (spero) e relax
      un abbraccio
      Alessandra

  2. Quanto mi è piaciuta Ragusa! Ricordo bene quel viaggio in Sicilia di qualche estate fa, alla ricerca di sapori, odori e paesi veri, genuini. Assaggiai lì per la prima volta la granita di gelso! :-)
    Ho fatto anche io un dolcetto con fragole e pistacchio insieme, presto lo vedrai! Adoro il contrasto tra il marrone del cioccolato e i colori accesi della frutta, sono coppette estetiche, oltre ad essere squisite… :-)

    (ti scrivo presto, giorni velocissimi!)

    • @Francesca Io adoro la granita di gelsi.. è il mio gusto preferito in estate, abbinato al limone (insomma limone+gelsi è la morte sua!)
      La Sicilia va scoperta assaggio dopo assaggio, ogni boccone ti racconta qualcosa di diverso della sua gente e dei suoi paesaggi.
      Spero tu possa venire a Catania qualche volta, magari in estate. Sei prenotata per una granita in riva al mare!!! ^_^
      un abbraccio e buona settimana!!!

  3. Pingback: Gnocchi con farina di carrube su crema di taleggio « La Fattoria di Nonna Paperina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...