Mercoledì, 14 luglio 2010

ore 8,00

Avevo detto che non avrei acceso i fornelli per un bel pò (lo avevo proprio detto?? naaaa). Invece, complice un numero del magazine francese “Saveurs”  e di una scorta di frutta da smaltire in vista delle vacanze eccomi qui a parlarvi di un coloratissimo, stra-facile e vitaminico dessert di mezza estate. In realtà la rivista lo definisce padellata di frutta, ma io lo chiamerei piuttosto “come-ti-svuoto-la-dispensa” in modo intelligente.

Sì, perché questa macedonia saltata in padella ha il vantaggio di poter mescolare-mixare-inventare gusti e abbinamenti di ogni tipo tra frutta/miele/erbe aromatiche. Io per esempio ho messo – seguendo la ricetta con qualche aggiustamento, come sempre! – miele di timo+timo fresco, ma non vedo perché non si possa usare del miele di acacia+basilico oppure del miele di limone+menta e così via…Inoltre la frutta può variare a piacere, purché, ça va sans dire, sia prettamente estiva.

Il segreto finale è nella cottura: veloce che più veloce non si può (ergo i fornelli li ho accesi solo per pochi secondi)! La frutta così rimane integra, non perde le vitamine e ha una bella consistenza morbida-croccante (in base al frutto) sotto i denti che non la fa sembrare una confettura!

Padellata di frutta estiva al timo

1 pesca

6 albicocche

un pugno di ciliegie nere

un pugno di fragole

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

2-3 cucchiai di miele di timo

timo fresco per guarnire

1/2 baccello di vaniglia

Snocciolate le ciliegie e tagliatele a metà. Tagliate le albicocche e sbucciate la pesca, snocciolatele e ricavatene degli spicchi. In una padella scaldate l’olio con il miele e la bacca di vaniglia. Quando il miele comincia a schiumare e diventa leggermente caramellato unite la frutta. Lasciatela cuocere per 2-3 minuti al massimo (deve appena rilasciare un pò d’acqua), muovendo delicatamente la padella in modo da ricoprirla bene di miele.

Servite la padellata di frutta tiepida o a temperatura ambiente, decorata con foglioline sbriciolate di timo fresco.

Idea gelato? Dal classico “fragola” fino a quello alla vaniglia, crema o limone, si potrebbe osare anche un gelato al cioccolato.

Advertisements