Mercoledì, 4 agosto 2010

ore 10,00

Nice. Agosto ha preso il via ed io che sono ancora qui per qualche tempo voglio farvi conoscere il coloratissimo mercato di Nizza. Anzi uno dei più belli e caratteristici che si tiene tutte le mattine (tranne il lunedì) lungo l’arteria principale della città vecchia, il cours Saleya.

E’ il regno profumato, vociante (eh sì, anche qui, come nel sud Italia, al mercato i commercianti invitano rumorosamente i clienti a guardare e gustare i loro prodotti!) e goloso delle specialità gastronomiche francesi, provenzali in particolare. In estate diventa una piccola gioielleria all’aperto, ma alcuni prodotti meritano davvero qualche cent in più!

Ecco cosa c’era ieri…

Premessa: ognuno sceglie frutta e verdura secondo i propri gusti, può toccarla con le mani e annusarne l’aroma (quindi nessuno da queste parti ti schiaffa nel sacchetto, mentre volgi altrove lo sguardo, qualche robina iper-matura), dopo deve disporla in cestini di plastica o ciotolone di alluminio e farla pesare.

Tra le specialità da assaggiare, molte volte da agricoltura biologica.. le mini olive della cultivar locale cailletier al naturale o condite con erbe aromatiche, la fougasse focaccia di pasta da pane farcita variamente con pezzetti di pancetta (lardons), cipolle, olive, erbe, formaggio, pomodori…

Poi c’è l’aglio violetto in trecce..

La tapenade, crema di olive nere o verdi, con un tocco di aglio e olio d’oliva.

E la socca farinata di ceci cotta nel forno a legna. La regina della socca del corso è Susy di Chez Theresa che distribuisce le fette ai turisti con piglio burbero..(la seconda immagine è del mio archivio visto che la signora non ama molto essere fotografata e stavolta sono riuscita a beccarla solo di sfuggita sulla destra..)

Spesso si trovano alcune chicche stagionali…dal pomodoro di Crimea (quasi nero) alle mandorle fresche, alle zucchine “trompette” di Nizza con i fiori ancora attaccati, ai funghi secchi tipo cèpes (porcini) e morilles (=le spugnole, hanno prezzi vertiginosi direi!) fino ai cestini di more…

Belli anche i canditi di Provenza.

Spezie a go-go di ogni possibile tipo e aroma in una bancarella all’inizio del mercato, qui viaggiare dal Nordafrica ai Caraibi è un gioco da ragazzi.

E ancora lavanda e saponette artigianali bien sur!

E anche cani e gatti possono trovare qualcosa di particolare e gourmet per loro!

Passato mezzogiorno si smonta tutto. Si rimettono le piantine di erbe aromatiche nel camioncino..

E’ ormai vuoto il banco del pesce fresco…

Via tutte le scatole di legno che contengono le spezie.

Si scopre infine che il retro del banco del boulanger nasconde… una tazzina di caffè!

Au revoir!