Domenica, 31 ottobre 2010


ore 10,30

Halloweeeeen??? Naaa, io non lo festeggio! Però (behhh) lo prendo volentieri come scusa per mettere una zucca nella pentola (cosa che peraltro faccio già abbastanza spesso, in stagione, ricordate questa ricetta?). Stavolta la “pozione magica” di Asterixiana-Panoramixiana (si può scrivere???! chissà) ispirazione è fatta associando zucca e castagne.

Il marito l’ha provata e apprezzata spiegandomi, ve la racconto così, che secondo lui la zucca spezza la monotonia e la consistenza farinosa delle castagne dando un tocco vegetale e cremoso molto elegante. Vi ho convinti a provarla? Le mandorle tostate a scaglie sono poi il lato croccante della faccenda, più che un semplice/solo grazioso decoro.

Come al solito si prepara in una ventina di minuti (se avete l’accortezza di avere zucca e castagne già a dadini) e si gusta benissimo – io l’ho provata – con l’aggiunta di qualche cucchiaiata di riso basmati bollito o cotto al vapore (miam!).

Un piattino piacevolmente confortante per una notte……… da pauuuuura!!!!!! lol

Crema di zucca e castagne

400g zucca, pulita e tagliata a dadini

200g castagne, già pronte (pelate e cotte al vapore)

1 scalogno

acqua calda q.b.

mandorle a scaglie q.b.

sale e pepe

Affettate lo scalogno. Fatelo appassire in un tegame con un filo d’olio extravergine d’oliva. Unite i cubetti di zucca e le castagne. Fate insaporire per 2-3 minuti poi aggiungete abbastanza acqua calda da coprire il tutto. Lasciate cuocere la zuppa, coperta, per 20 minuti circa o fin quando la zucca sarà tenera. Aggiustate di sale.

Frullate la zuppa con un frullatore a immersione. Tostate le mandorle in un padellino antiaderente senza l’aggiunta di grassi. Versate la zuppa nelle ciotole o nei piatti. Decorate con le mandorle a scaglie tostate, un filo d’olio delicato, una macinata di pepe nero e voilà!

Annunci