Venerdì, 10 dicembre 2010

ore 9,50

Si amano o si odiano. Non ci sono mezze misure, lo so. Ebbene posso dire che.. io li amo?! Ecco, ho fatto “outing”! I cavoletti di Bruxelles con quel loro profumo intenso, quel gusto appena appena amarognolo, la consistenza soda e talvolta farinosa sono una delle mie verdure d’inverno preferite (va bene, ad essere pignoli, mi sembra che l’inverno non sia ancora iniziato! smile).

Per non smentire il leit motiv invernale del facciamoci-una-zuppa (! certe volte mi fisso, cosa posso farci?!) oggi tocca a una zuppina un pò rustica, di quelle che si fanno per nutrire i commensali con un cibo sostanzioso e saporito, caldo e accogliente. Per ingentilire la prepotenza del cavoletto, ve la racconto così, che ogni tanto mi sembra un pò sgarbato, ho messo un pò di panna fresca (cosa che solitamente non faccio, anzi evito di proposito perché se una zuppa deve essere qualcosa di sano e leggero la panna fa un pò a pugni con questa idea, ma quanno cè vò, cè vò), mentre per non dimenticare una nota croccantina ho fatto friggere dei cavoletti tagliati finisssimi con della pancetta a dadini. Alla fine la zuppa diventa morbida e con qualche tocchetto più masticabile, la combinazione con i porri è alquanto delicata e la panna dà una dolcezza che ci sta a pennello.

Se i cavoletti non vi dispiacciono è sicuramente da provare. Altrimenti? Ehhhummm.. vi aspetto domani per altre ricette?!

Zuppa, cavoletti e pancetta

per 2 persone

1 confezione di cavoletti di Bruxelles (circa 350g)

1/3 di porro

2 patate medie, pelate e tagliate a cubetti

100g pancetta

panna fresca q.b.

Pulite i cavoletti eliminando le foglie esterne, tenetene da parte 3-4. Affettate finemente il porro e fatelo soffriggere in olio caldo. Quando sarà stufato unite i cavoletti tagliati a metà e le patate. Fate insaporire per qualche minuto, poi ricoprite con acqua calda. Aggiustate di sale e lasciate cuocere coperto per 20-25 minuti circa (o fin quando le verdure saranno tenere).

Intanto acchiappate i cavoletti messi da parte (magari rotolano via…hihhi) e affettateli fini fini. Fateli friggere a fuoco bassissimo insieme alla pancetta e a un filo d’olio. Dovrebbero diventare croccantini ma cotti.

Con un frullatore a immersione frullate grossolanamente la zuppa, lasciando qualche pezzetto intero (a me è piaciuta così, se invece la volete più vellutata frullatela ancora un pò). Unite 2-3 cucchiai di panna fresca. Servite la zuppa sormontata con il misto di pancetta e cavoletti fritti, aggiungete un pò di pepe macinato e qualche gocciolina extra di panna.

 

 

 

 

Advertisements