Mercoledì, 16 marzo 2011

ore 9,00

Catania. Il sole inonda la mia stanza. E’ primavera!? Ogni mattina, da sempre, appena sveglia, corro subito a guardare “lei” fuori dalla portafinestra. La signora in questione è l’Etna, il vulcano ai cui piedi si accoccola la mia città. Per noi è donna. E’ la montagna, la madre, la terra. Oggi fa i capricci. Come tutte le signore che sanno di essere belle e.. si danno un certo tono (lol). Si nasconde sotto una leggerissima coltre color latteo, quasi un ventaglio di pizzo bianco, a celare qualche spruzzo di neve che ancora resiste sulla sua cima.

Prima di partire ho preparato questa sfiziosa torta da lasciare al marito per questioni di sopravvivenza-da-colazione (!capitemi!!). Pere e cioccolato, profumo di brandy, e niente farina. La consistenza è un pò sbriciolosa (forse i bianchi montati eccessivamente a neve??), ma il gusto del cioccolato e della frutta è perfetto e intenso. La ricetta l’ho presa in prestito da bbcgoodfood.com.

Si prepara in un batter d’occhio ed è deliziosa per un dopo cena leggero.

Torta di pere e cioccolato, senza farina

3 uova, separate

85g burro, più un pò extra

85g zucchero di canna, più 1-2 cucchiai extra

85g cioccolato fondente

85g nocciole tritate finemente (farina di nocciole)

1 cucchiaio di brandy

pere williams mature qb

Foderate con carta da forno una teglia bassa di 25cm di diametro. Imburratela e spruzzatela con un lo zucchero di canna facendolo scivolare anche sui bordi. Preriscaldate il forno a 180°C. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria insieme al burro. Quando è pronto toglietelo dal bagnomaria e unite il brandy. Lasciate raffreddare.

Montate i tuorli con lo zucchero fino a quando chiari e densi. Unite il mix di cioccolato e burro, e le nocciole. Montate a neve gli albumi e incorporateli in 3 volte, delicatamente, all’impasto.

Versate il tutto nella teglia. Decorate con fettine di pere, oppure quarti, disposte a piacere. Infornate per circa 40-50 minuti (eventualmente abbassando la temperatura a 160°C verso la fine della cottura). Lasciatela raffreddare in teglia leggermente prima di sformarla. Potete decorarla con zucchero a velo.

P.s. La Bbc suggerisce di usare una teglia ad anello amovibile, in modo da sformare facilmente la torta, che in effetti è un pò delicata. Se non l’avete (come me) optate per una teglia da crostata. Credo però che un’idea carina potrebbe essere quella di cuocerla in tegliette monoporzione, in modo da non preoccuparvi di doverla sformare!!!