Martedì, 19 aprile 2011


ore 17,30

Io bevo il *kéfir*. E mi piace pure, anche se non ne sono una fan sfegatata!

Dicesi kéfir (hih hih) una bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte. La consistenza è quella di uno yogurt piuttosto liquido, il sapore è molto intenso, acidino e talvolta vira verso il frizzante dato che può contenere anidride carbonica e alcol legati alla fermentazione di batteri e lieviti (ma ne fanno una versione “mild” più delicata e pure alcune aromatizzate, tipo quella alla fragola che non è male). Detta così sembrerebbe qualcosa di non molto invitante, invece è una bevanda super sana e ricca di qualità benefiche per l’organismo (per farvi una cultura a riguardo: clic)! Secondo la leggenda fu Maometto a regalare i primi granuli di kéfir alle popolazioni del Caucaso note per la loro longevità. Ecco perché è da sempre considerato un elisir di lunga vita.

Fatto sta che col kéfir ci ho fatto una torta con la marmellata che è risultata particolarmente morbida e delicata!! Il sapore forte infatti svanisce del tutto una volta mescolato con gli altri ingredienti. Non dubito che tutte le sue qualità siano andate perse con la cottura (sic), ma l’aggiunta del kéfir è stata fondamentale per dare leggerezza al tutto ed evitare burro&Co. Presa in prestito – con piccole modifiche – da un libro sui cake in francese di Ilona Chovancova.

*Kéfir-cake* con cuore di marmellata di mele cotogne

300g farina, setacciata

2 uova, bio

170g zucchero

20cl kéfir “mild” bio 1,5% grassi (io ho usato questo)

10cl olio extravergine d’oliva

1/2 bustina di lievito (bio, circa 7g)

1 pizzico di sale

3 cucchiai di marmellata di mele cotogne (o altra a piacere, meglio se artigianale) la mia era homemade, grazie mamma!!!

Preriscaldate il forno a 180°C. Mescolate tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, sale, lievito) in una ciotola. A parte mescolate quelli liquidi (uova, olio, kéfir). Versate il composto liquido su quello secco e mescolate con il cucchiaio di legno fino a ottenere un impasto omogeneo. Versatelo in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato. Distribuite la marmellata sul cake, mescolandola appena con la lama di un coltello. Infornate la torta per circa 1 ora (controllate la cottura con uno stuzzicadenti). Lasciatela raffreddare nello stampo prima di sformarla.

P.s. Se preferite potete mescolare la marmellata all’impasto prima di versarlo nello stampo e preparare dei mini cake.

Advertisements