Martedì, 31 maggio 2011

ore 15,10

I siciliani sono frutto di culture e popoli diversi che si sono incrociati sull’isola nel corso dei secoli. Sarà per questo motivo che la cucina nordafricana e mediorientale non mi dispiace affatto? Forse qualcosa dell’antica dominazione araba si è tramandata nel mio dna?? Adoro il via vai delle spezie, il sapore del gelsomino “ghiacciato” (nella zona di Trapani lo usano per granite e sorbetti), i fiori di zagara.. e l’hummus.

Per chi non lo conoscesse l’hummus o hoummous è una squisita salsina densa a base di ceci aromatizzata con salsa di semi di sesamo (chiamata tahine), olio extravergine d’oliva, qualche spicchio d’aglio, succo di limone, un pizzico di paprika e di cumino in polvere che si decora con del prezzemolo tritato. Si mangia in molti paesi arabi e anche in Israele accompagnato a pane pita o polpettine di ceci o fave (falafel).

Volevo prepararla da diverso tempo, ma ho dovuto aspettare l’arrivo in casa del barattolo di tahine comprato in Sicilia. La tahine ha un sapore nocciolato che può ricordare quello di noci e arachidi (ma secondo me sa proprio di sesamo!) e una cosistenza abbastanza liquida. Di solito si stempera con del succo di limone che ne ingentilisce il sapore.

La mia versione stra-stra-facile non è molto speziata nè ricca di aglio, se la preferite più decisa aumentate le dosi a piacere.

*Hummus* (crema di ceci e sesamo)

480g ceci già cotti (io li ho usati bio)

3-4 cucchiai abbondanti di tahine

1 limone (succo)

1 spicchio d’aglio

un pizzico di fior di sale

paprika dolce e cumino in polvere per guarnire

prezzemolo tritato per guarnire (facoltativo)

olio extravergine d’oliva qb

Frullate i ceci con sale, tahine, succo di limone e aglio schiacciato. Unite abbastanza olio da ottenere una crema densa ma morbida. Distribuitela in piattini facendo un buco al centro: versatevi un filo d’olio, un pizzico di paprika e cumino e volendo del prezzemolo.