Lunedì, 13 giugno 2011

ore 10,50

Musicaaa: O paraìso do mundo é bom você voar… meu paraìso do mundo e fora o sol.. pa paah para..pa..pa..pa

(la traduzione dovrebbe essere all’incirca: il paradiso del mondo è buono per farti volare..il mio paradiso del mondo è il sole fuori…). Ricordate questa frizzantissima canzone (“Paraiso do mundo” Costarika feat. Ana Flora)?

E’ l’antidoto perfetto contro le giornate grigie che tardano a far arrivare l’estate (e mettiamoci pure la primavera vah!). All’antidoto musicale ho unito la cura material-spirituale: la torta Paradiso!

Soffice e ricca di burro (tanto, qui, il caldo chi lo sente?!). Facilissima. La ricetta l’ho presa da un bellissimo libro edito da Reed Gourmet che ho sfogliato sabato sera da un amico chef (devo comprarlo è davvero utilissimo, impaginato in modo perfetto, carta fine, foto deliziose e spiegazioni semplici!). Autore Iginio Massari ovvero il maestro dei maestri della pasticceria con cui qualche mese fa ho seguito un corso di degustazione. Riassumo brevemente: Massari è il fondatore dell’Accademia dei Maestri Pasticceri italiani e da lui e con lui hanno studiato i migliori patissier di oggi, tra cui il guru Pierre Hermé! Ho detto tutto. Nella ricetta Iginio parla di burro purificato, io l’ho interpretato (avrò visto bene?!) come burro chiarificato.. (per farlo in casa vi linko questo video). Le dosi complessive erano ovviamente industriali (visto che il libro si rivolge principalmente a professionisti del settore), le ho ridotte un bel pò a fare una tortina di circa 20 cm di diametro (raddoppiando la dose che vi fornisco potrete avere, secondo me, una bella torta per 4-6 persone).

Torta Paradiso (di Iginio Massari)

125g burro chiarificato

125g zucchero a velo

1/2 cucchiaino vaniglia

125g uova

62,5g farina 00

62,5g fecola di patate

3,75g lievito

Montate burro, vaniglia e zucchero. Unite poco alla volta le uova, facendo in modo che vengano ben amalgamate prima di aggiungerne altre. Poi aggiungete a pioggia la farina setacciata con fecola e lievito. Mescolate con cura.

Imburrate uno stampo da 20 cm circa e cospargetelo di zucchero semolato. Riempitelo fino a 2/3 con l’impasto.

Cuocete la torta in forno già caldo a 180°C per 30 minuti circa. Sformate la torta dopo qualche minuto per evitare che lo zucchero raffreddandosi la faccia rimanere attaccata allo stampo. Raffreddatela su una gratella. Cospargetela con zucchero a velo.