Giovedì, 23 giugno 2011

ore 19,50

Grand Gourmet è stata, a mio modestissimo parere, una delle riviste anzi La rivista di alta cucina e bien vivre più bella degli ultimi anni. Diretta per molto tempo da Fiammetta Fadda, critico gastronomico di Panorama, ha raccontato l’alta cucina di tutto il mondo con uno stile sobrio, elegante, intelligente e raffinato, patinato ma non troppo, anticipando tendenze e attuando commistioni tra cucina e arte, cucina e moda, cucina e musica… perché gourmet è colui che sa apprezzare il bello e il buono a tutto tondo.

Qualche settimana fa ho rispolverato i miei preziosissimi numeri di Grand Gourmet.

L’amarcord gastronomico è stato pressoché inevitabile. “Ma dài..guarda il microcappuccino di tonno e fagioli, focaccia alle cipolle e burro alla birra che ho mangiato – qualche secolo fa!!!!! – da Davide Scabin!!”  e poi “ooooh (meraviglia) guarda l’aria di carote di Ferran Adrià…”. Insomma gira e rigira sono finita tra le “Alchimie al cucchiaio” e mi sono innamorata di questa zuppa che vedete in foto.

Uno “street food” indocinese, come dice l’articolo, rivisitato in chiave elegante: bocconcini di banana che impreziosiscono una zuppa di latte di cocco e tapioca. La ricetta originale prevedeva zucchero semplice (io ho messo quello alla vaniglia), banane rosse e mango. Per quanto riguarda la frutta mi sono orientata sulla classica banana (del mango nessuna traccia al mercato di oggi) e il sapore è semplicemente di-vi-no! Poche le virgole spostate di qua e di là per una ricetta che nasce praticamente perfetta. L’ho semplicemente adorata e la inserisco tra i top dei miei dessert al cucchiaio di ispirazione etnica grazie alla dolcezza sinuosa, sottile e alla consistenza setosa.

Affondo il cucchiaino nella zuppa e ho la sensazione spiazzante di trovarmi in un mercato del Sud-Est asiatico, immagino odori, voci, sapori. Ecco, credo sia proprio questo il segreto di un piatto ben riuscito: saper dare emozioni.

Zuppa di latte di cocco, perle di tapioca e banane caramellate 

(da Grand Gourmet, n° 103, anno 2004)

per 2 persone

4dl latte di cocco

25g zucchero alla vaniglia

1 pizzico di sale

50g acqua

18-20g perle di tapioca

per la frutta caramellata

banane sode &/o altra frutta esotica a piacere qb

zucchero di canna integrale (soffice) qb

Portate a bollore il latte di cocco mescolato con lo zucchero, l’acqua e il sale. Unite le perle di tapioca. Abbassate la fiamma, mescolate spesso e fate cuocere la zuppa per 20-25 minuti in base alla consistenza desiderata (io la volevo densa, in modo da potervi poggiare la frutta). Versatela in due ciotoline e lasciatela a temperatura ambiente.

Poco prima di servirla: sbucciate le banane, tagliatele a bastoncini e passatele nello zucchero. Scaldate una padella e fatevi caramellare la frutta per pochi minuti. Distribuite la frutta sulla crema. Gustatevela!

Piesse: le perle di tapioca (ve le linko) sono delle piccolissime palline bianche (ma esistono anche colorate di verde o rosa) ottenute dalla fecola di manioca, un tubero sudamericano molto comune anche in Oriente, soprattutto in Thailandia (quelle che ho comprato arrivano proprio da laggiù). Dopo la cottura diventano traslucide e acquistano una simpatica consistenza gelatinosa, molto gradevole. Di solito si acquistano nei negozietti di cibi orientali oppure etnici.

Advertisements