Martedì, 5 luglio 2011

ore 15,00

Oggi prendo il treno e vado in India. Mi lascio travolgere dalle musiche di Bollywood, ballo al ritmo frenetico di Jai Ho e mangio *pakora* calde calde, insaporite con un pizzico di fior di sale.

Pakora/pakoda: uno dei piatti più semplici della cucina indiana, ma talmente buono da rasentare la genialità. Sarà mica la versione orientale delle sicule panelle?? mah, chissà dove/quando è nato l’archetipo-frittella-di-ceci, nel mondo?!!

Bando alle ciance. Le pakora (le metto al femminile, perché per me son frittelle) sono crocchettone di pastella con verdure e farina di ceci. Di solito si preparano con uno o due ingredienti. Si mangiano come antipasto o snack, ma se – come me – pensate anche lontanamente a un fattore calorico sono magnifiche come piatto unico.

La mia personale pastella era morbida (ma non liquida) in modo da avere frittelle non troppo gonfie o asciutte (non mi piacciono gli ammassi di verdure stra-fritti che molte volte propinano al ristorante indiano) ma soffici e con un ripieno croccantino.

Vanno bene anche per chi è intollerante al glutine (facendo attenzione al tipo di lievito usato!).

*Pakora* di mais e scalogno

120g farina di ceci

4-5 cucchiai di mais, in scatola, sgocciolato

2 scalogni, tritati finemente

1 pizzico di lievito (per misurare un “pinch” uso i cucchiaini graduati dell’ikea tipo questi!)

1 cucchiaino di fior di sale

1 cucchiaino di curcuma, in polvere

1 cucchiaino di coriandolo, in polvere

1 pizzico di zenzero, in polvere

peperoncino in polvere qb

prezzemolo fresco tritato qb

acqua qb

olio per friggere

Fate la pastella. Mescolate farina, sale, spezie, prezzemolo e lievito. Unite il mais e lo scalogno. Diluite con poca acqua, piano piano, fino a quando si sarà formata una pastella di media densità. Assaggiatela ed eventualmente regolatela di sale e spezie.

Scaldate abbondante olio in una padella (io ho usato un mix di olio di semi e olio ext.vergine d’oliva). Friggetevi cucchiaiate abbondanti di composto. Aspettate che le pakora si rassodino prima di girarle. Cuocetele fino a quando ben dorate. Scolatele su carta assorbente e spolverizzatele con un pizzico di fior di sale.

Gustatele calde.

Nota: potete variare le verdure a piacere (zucchine, melanzane ecc.. purché tagliate sottili e ben asciutte), così come le spezie (magari usate del curry già pronto).

Advertisements