Martedì, 19 luglio 2011

ore 21,30

Persa tra le scartoffie, sommersa da annate di guide su guide gastronomiche, appiccicata al tappeto di casa (la mia ultima rilassante – questione di gusti eh! – postura di scrittura prevede una scorrettissima posizione jap-yoga-zen con tavolino basso d’ordinanza), oggi ho appena trovato il tempo di mescolare la ricotta abbandonata in frigo con un pò di panna, per fare un velocissimo gelato-semifreddo per l’ora di cena.

Lo scopo era quello di creare una base “neutra”, ma con un certo caratterino per il barattolone di amarene sciroppate (Fabbri, of course) acquistato di soppiatto dal marito. Poi ho scoperto che le scaglie di cioccolato al caffè (di Roberto Catinari, per la cronaca) ci stanno pure benissimo e il dilemma amletico è diventato: quante fette se ne possono mangiare prima di entrare nel vortice dell’immoralità….?

Infine due paroline sulla gelatiera (quella vera, dico io). Se progettate un acquisto un pò impegnativo e adorate il gelato fatevi un bel regalo e compratevi la gelatiera con compressore. Tutte le altre versioni, a mio parere, sono molto meno rapide  e il risultato non è poi tanto entusiasmante. Con questo tipo di gelatiera invece si ottiene dell’ottimo gelato, perfettamente montato, in meno di 30 minuti. Io, lo confesso, ho quella della Simac messa in lista nozze (quindi grazie a tutti quelli che hanno contribuito all’acquisto..vi darò una fornitura di gelato gratis per tutta la durata del mio matrimonio!!!!! smile), al primo posto tra gli indispensabili (si fa per dire, ovvio) della mia attrezzatura da cucina.

La ricetta del gelato di ricotta è super facile, che ve lo dico a ffà. E se la gelatiera non l’avete, nemmeno in una variante rudimentale, non desistete!!! Potete provare un metodo che ho letto su una rivista inglese: mettete il composto a rassodare in freezer e montatelo con le fruste elettriche ogni 2 ore, per un paio di minuti, ripetendo l’operazione per 2-3 volte.

Gelato-semifreddo di ricotta

250g ricotta fresca

250g panna fresca

115g zucchero

10g fruttosio

un pizzico di sale

per servire: amarene sciroppate; riccioli di cioccolato fondente o al caffè.

Setacciate la ricotta con un setaccio a maglia fine. Mescolatela con la panna, lo zucchero, il fruttosio e un pizzico di sale.

Versate il composto nella gelatiera e lasciate mantecare.

Foderate uno stampo rettangolare da 1/2 litro circa con pellicola trasparente. Distribuitevi il gelato appena fatto, livellate la superficie e mettete in freezer a rassodare per qualche ora.

Prima di servire, togliete il gelato dal freezer, eliminate la pellicola e affettatelo con un coltello ben affilato. Servitelo con amarene sciroppate o cioccolato fondente.