Lunedì, 12 settembre 2011

ore 10,00

C’è chi odia il latte. E pure il tè. E chi li adora entrambi. Come me (scusate la rima LOL).

E anche se il tè di solito lo bevo senza zucchero, limone o latte (e preferisco di gran lunga il verde al nero), il tè+latte lo considero una bevanda a parte. Calda e corroborante in inverno, fresca e dissetante d’estate. Se poi è fatta con il tè verde matcha o con il tè indiano alle spezie vado, quasi quasi, in estasi (heh he).

Masala chai = tè speziato. E’ una bevanda indiana, color beige caramello, ottenuta facendo bollire tè, latte e spezie insieme. Masala è un mix di spezie, chai è la parola che indica il tè. Nei paesi anglofoni la parola chai è subito associata alla bevanda che vi propongo oggi e spesso vi si aggiunge la specificazione “latte” per indicare la presenza del latte caldo.

La leggenda data il masala chai a oltre 5000 anni, fa creato da un re indiano, ma sembra più probabile che sia da far risalire al primo trentennio del 1800 quando gli inglesi crearono vaste piantagioni di tè nella regione indiana dell’Assam.

La preparazione di questo masala chai, frappè, è semplicissima. Innanzi tutto devo dire che la variante frappè/fredda è molto popolare in Usa, servita rigorosamente con tanto ghiaccio. Non esiste una ricetta fissa. Si può ad esempio mettere tutto insieme in una casseruola oppure aggiungere gli ingredienti per gradi. Si può lasciare in infusione a lungo oppure filtrare e servire subito. La varietà e quantità di spezie dipende dai gusti, ma in generale non devono mancare mai cannella, pepe (usato in abbondanza nel periodo invernale), chiodi di garofano e cardamomo. Il tè da preferire è sicuramente quello nero (Assam è la scelta perfetta, ma anche tè di Ceylon, Darjeeling o il cinese Keemun sono ottimi), con una personalità forte, che possa reggere bene il confronto con le spezie. Io ho scelto il Darjeeling per il suo sapore pieno e rotondo, meno astringente e maltato dell’Assam. Volendo il latte vaccino (di solito intero) può essere sostituito con varie alternative quali latte di riso, di capra, di avena, soia o di mandorla. Per un gusto più ricco molti aggiungono come tocco finale un cucchiaio di panna montata, ma io … beh.. preferisco la leggerezza!

Masala chai, frappè

per circa 1/3 di litro di masala chai 

22cl latte fresco parzialmente scremato

18cl di acqua

1 bastoncino di cannella

3 baccelli di cardamomo verde

5 grani di pepe bianco

1 anice stellato

1 chiodo di garofano

2 cucchiaini di tè nero indiano Darjeeling

zucchero, zucchero di canna o sciroppo di agave a piacere, per dolcificare

Portate a bollore il latte con l’acqua e le spezie. Fate sobbollire per 5-8 minuti a fuoco dolcissimo. Aggiungete il tè. Coprite e lasciate in infusione per 15 minuti circa. Filtrate il tè, dolcificatelo a piacere. Mettetelo poi in frigo a raffreddare. Servite il masala chai latte freddissimo e con abbondante ghiaccio.

Annunci