Panna cotta alla crema di latte e cachi

Venerdì, 25 novembre 2011

ore 16,30

Pochi ingredienti, un pizzico di fantasia e qualche minuto ai fornelli. Pannacotta? Sì, grazie. La pazienza è relegata al dopo, all’attesa che segue prima di poterla assaggiare. Certo, si potrebbe buttare nella mischia un bel cucchiaino di agar agar e aver pronto il dessert in mezz’ora o poco più, ma qualche volta le cose fatte in modo classico sono le più gratificanti. E le più golose, no?

Pannacotta alla crema di latte? Beh, una versione “alla francese” molto originale e facile facile che permette di utilizzare-ri/scoprire un ingrediente – per me – molto anni Ottanta: il latte condensato zuccherato! Lo usava mia mamma per fare una deliziosa torta gelato alla fragola, ma difficilmente lo vedo in altre ricette. Tranne che in Francia, dove mi sembra stabile nelle preferenze locali. Sarà forse perché lì va un sacco anche il latte in polvere (i supermercati sono pieni di tipologie: dallo scremato all’intero, dalla bustina per macchiare il caffè, al pacco scorta famiglia)??! Boh. Eppure di mucche in Francia mi pare che ce ne siano LOL. In ogni caso, qui il latte condensato ci sta, eccome. Mescolato con la panna, per un piacere mooolto vellutato. Da aggiungere, visto che siamo in stagione, un banalissimo (e proprio per questo buonizzzzimo?!) coulis di cachi. E per smorzare l’effetto crema e il gusto zuccherino una bella manciata di cioccolato fondente al 70% di cacao tritato grossolanamente.

Versione, per morbidezza, rigorosamente da bicchierino-vasettino, insomma-non-da-sformare. Adattata da un libretto d’Oltralpe.

Pannacotta alla crema di latte e coulis di cachi

per 6-8 vasettini

300g latte condensato zuccherato

40cl panna fresca

2 fogli e 1/2 di gelatina (2 soli, se vi piace in versione tipo “crema”)

semini di vaniglia qb

per il coulis di cachi

1 cachi maturo

succo di limone qb

zucchero qb

cioccolato fondente al 70% cacao tritato, a piacere

Ammollate la gelatina in acqua fredda. Versate in una casseruola la panna con un pò di vaniglia, portatela a ebollizione. Unite, fuori dal fuoco, la gelatina strizzata e il latte condensato. Mescolate bene e distribuite la panna cotta in vasettini. Mettetela a rassodare in frigo per almeno 5 ore.

Preparate il coulis. Frullate la polpa del cachi con qualche goccia di succo di limone e un velo di zucchero a piacere.

Distribuite il coulis sulla panna cotta rassodata e rimettete in frigo. Al momento di servire distribuite ai commensali, in piccole ciotoline, le scaglie di cioccolato che potranno aggiungere a piacere alla panna cotta.

(Pannacotta alla crema di latte e cachi – sweetened condensed milk pannacotta with persimmon)

Soak 2 e 1/2 of gelatine sheets in cold water for about 5-10 minutes. In a small saucepan bring to boil 40cl of fresh cream with a touch of vanilla seeds. Add the drained and squeezed gelatine + 300g of sweetened condensed milk. Mix well. Pour the pannacotta into 6-8 small glasses or jars and refrigerate for at least 5 hours. Blend 1 persimmon flesh into a smooth puree with some lemon juice and sugar to taste. Pour the persimmon puree on the firm pannacotta. Serve cold with finely chopped dark chocolate. (adapted from “Panna cotta”, Ed. Solar)

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Ady ha detto:

    Credo di essere follemente innamorata della tua alzatina così elegantemente basic ;))
    I cachi a me piacciono poco, una volta ne ho magiato una acerbo e da allora…ma mafari con il cioccolato..mi piace l’idea furba di usare il latte condensato, baci cara e buon we il mio sarà tra tachipirina e piumone :(

    Mi piace

    1. Alessandra ha detto:

      @Ady :) anche io… è della ASA e l’ho scovata alla Rinascente di Milano! Hai ragione quando i cachi sono acerbi risultano terrificanti! Da noi, in Sicilia, si dice che sono “lippusi” (allappanti) perché ti lasciano una orribile sensazione di.. mmmh.. felpato?! sulla lingua!!!!
      Noooooo hai l’influenza? :( mi dispiace! un grande abbraccio

      Mi piace

  2. Kafcia ha detto:

    Mmmh, panna cotta…che voglia!!! Questa mi sembra davvero buona.

    Ciao

    Mi piace

    1. Alessandra ha detto:

      @Kafcia :) grazie!

      Mi piace

  3. littlefashionkids ha detto:

    quanto tempo prim posso prepararla?

    Mi piace

    1. Alessandra ha detto:

      @littlefashionkids il giorno prima va benissimo! magari, puoi aggiungere il coulis di cachi al momento (o qualche ora prima) di servirla.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...