Profumo di bergamotto. Cake al tè Earl Grey e mandorle.

Cake al tè Earl Grey e mandorle

Mercoledì, 9 gennaio 2019 ore 12:26

Profumo d’inverno. La nebbia che va e viene. Ho messo il tè in una torta. Earl Grey con il suo aroma deliziosamente pungente e agrumato di bergamotto. Ho aggiunto mandorle dolci, burrose, delicate. Un abbraccio di morbidezza. Uvetta soffice come un cuscino su cui poggiare il viso ancora assonnato alle prime luci dell’alba. Il risveglio filtra tra le persiane, si fa vellutato, il rumore della città quasi svanisce. Prendo il tempo per me, per assaporare il sapore del mattino. Una fetta di torta, un bacio, una tazza di caffè.


Cake al tè Earl Grey, mandorle e uvetta

(adattata da Donna Hay Magazine, Issue 99)

  • tè Earl Grey in foglie | 3 cucchiaini
  • acqua bollente | 250g
  • uvetta (bio) | 80g
  • farina 00 | 175g
  • farina di mandorle | 50g
  • zucchero | 150g
  • lievito | 1 cucchiaino
  • burro | 120g
  • scorza grattugiata di 1 limone bio/non trattato
  • 2 uova (bio)
  • latte intero (bio)| 125g

Preriscalda il forno a 160°C. Metti l’uvetta e il tè in foglie in una ciotola, copri con l’acqua calda e lascia riposare il tutto per 10 minuti circa. Poi scola l’uvetta (lasciandola mescolata con le foglie di tè) e mettila da parte. Nel frattempo monta il burro con lo zucchero e la scorza di limone per 7-8 minuti fino a quando il composto diventa ben spumoso e chiaro. Unisci le uova, una alla volta, mescolando bene. Incorpora anche la farina setacciata con il lievito, alternandola con il latte. Infine, aggiungi l’uvetta mescolata con le foglie di tè, mescola delicatamente e versa in uno stampo da plumcake foderato con carta forno. Cuoci il cake per circa 60 minuti e se non è ancora completamente cotto o risulta troppo chiaro alza la temperatura a 170°C e prosegui la cottura per altri 5-10 minuti. Lascialo raffreddare nello stampo. Puoi decorarlo con glassa di zucchero a velo (di canna) e foglie di tè.

*rispetto alla ricetta originale, ho sostituito parte della farina con farina di mandorle e ridotto notevolmente la quantità di zucchero; la glassa prevista aggiunge dolcezza e per questo ho preferito ometterla visto che il cake risulta comunque molto ricco di sapore, ma se vi piace un tocco più zuccherino o se volete presentarlo per l’ora del tè e renderlo più grazioso vi consiglio di metterla, oppure di pensare a qualcosa in contrasto, magari a una decorazione di cioccolato fuso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...