Cerca

Volevo fare lo chef

soul & food stories

Tag

cheesecake

Oops!! C’è un “Cheesecake” nel bicchiere!

Lunedì, 24 maggio 2010


ore 11,30

Adoro i lamponi. Li mangerei continuamente, a quintali. Tutte le volte che li vedo nelle loro vaschette, rossi, polposi e profumati sento un impulso irrefrenabile all’acquisto!! Quindi dalla foto qui sopra potete ben dedurre che in questi giorni me ne sono mangiati un bel pò! LOL. Come sia nata la mia passione per i lamponi non so proprio spiegarlo, anche perché in Sicilia si vedono di sfuggita e solo da pochi anni a questa parte. Immagino sia frutto dei viaggi fatti in Francia in cui i lamponi te li mettono ovunque e perfino nella boulangerie più piccola e sperduta (quelle di provincia, intendo) si può sempre trovare una, più o meno golosa, tartellette di frolla con crema coperta da una montagna di lamponi freschi! Gnam!

Quindi, una volta entrata in possesso delle magiche vaschette di lamponi ho pensato a come usarle esaltando al massimo il gusto dei frutti. All’inizio volevo preparare un gelato o un sorbetto, poi ho trovato l’ispirazione giusta! Un cheesecake nel bicchiere! O meglio una forma remix del cheesecake. La crema infatti è fatta con formaggio cremoso e panna, ma la base non è di biscotto sbriciolato bensì di brownie una torta al cioccolato di origine americana, molto morbida e senza lievito, chiamata così per il suo colore scuro (brown=marrone). Quindi in realtà si tratta di un brownie+cheesecake. Naturalmente il decoro non poteva che essere di lamponi..

Ah, dimenticavo! La ricetta dei brownie, deliziosa!, è tratta dal bellissimo blog di cibo e viaggi di Melissa, io l’ho rivisitata un pò rendendola “gluten free” con la farina di riso e più delicata con l’olio di semi al posto di quello d’oliva.

(P.s. per esser certi di fare tutto senza glutine acquistate zucchero a velo non addizionato di amido)

Cheesecake nel bicchiere

(per circa 4 bicchieri di media grandezza)

per la crema cheesecake:

175g formaggio cremoso tipo Philadelphia

2 cucchiai di panna fresca

6 cucchiai circa di yogurt bianco magro dolce (dolcificato con succo d’uva)

3-4 cucchiai di zucchero a velo

semi di vaniglia q.b.

lamponi freschi q.b.

per il brownie:

115g cioccolato fondente al 60% cacao

80ml olio di semi

85g farina di riso

2 uova grandi

150g zucchero

aroma naturale di vaniglia

Fate la crema cheesecake. Mescolate con la frusta formaggio e yogurt. Diluite con la panna e dolcificate con zucchero a velo a piacere. Unite i semini di vaniglia. Mettete la crema in frigo.

Fate il brownie. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria o nel forno a microonde. Sbattete le uova intere con lo zucchero, quando saranno chiare e spumose aggiungete la farina di riso e vaniglia a piacere. Unite il cioccolato fuso raffreddato e l’olio di semi. Versate in uno stampo quadrato foderato con carta da forno e fate cuocere in forno a 170°C per 15-20 minuti. Il brownie deve essere cotto fuori e ancora morbido dentro, quindi toglietelo dal forno quando uno stuzzicadenti inserito all’interno esce ancora umido (e con residui di torta appiccicati). Una volta freddo tagliatelo a cubetti.

Assemblate brownie+cheesecake: Mettete i cubetti di brownie sul fondo di 4 bicchieri di vetro. Versatevi sopra la crema di formaggio. Decorate con lamponi freschi e mettete in frigo. Volendo, al momento di servire, spolverizzate con zucchero a velo.

Cheesecake newyorkese & composta di lamponi

Giovedì, 11 febbraio 2010

ore 15,00

Cremosa e vellutata, leggermente croccante, morbida e suadente come un bacio a fior di pelle. Chiamatela “torta al formaggio”, chiamatela “cheesecake“…usate l’articolo determinativo maschile IL o quello femminile LA; insomma chiamatela come più vi piace, ma non lasciatevi sfuggire l’occasione di prepararla :)

Quando in alcuni locali, tipo pub di ispirazione anglo-americana, mi hanno proposto la cheesecake ho sempre dovuto fare i conti con una fetta di dolce dalla consistenza densissima che si appiccica, nel migliore dei casi, al palato formando uno strato grasso e pastoso che risulta quasi impossibile da deglutire! Beh, diciamo un dessert che si può anche evitare di ordinare. Invece, da quando ho avuto modo di assaggiare la versione originale newyorkese e di scovare la ricetta che vedete fotografata in alto :)  la mia opinione è decisamente cambiata.

La consistenza di questo dolce varia molto in base al tipo di formaggio utilizzato: la mia versione classica prevede il quark tedesco biologico e da latte intero (NO, non sono ammesse versioni a basso contenuto calorico!) che conferisce estrema delicatezza al tutto, ma ne preparo anche un’altra a base di ricotta+philadelphia, saporita e densa. Per quanto riguarda la base di biscotto i risultati migliori li ho avuti con i biscotti tipo Digestive, friabili e leggermente salati. In Usa si utilizzano i Graham Crackers introvabili in Italia (o almeno credo). Altri tentativi con frollini vari sono in progress.

La scelta sta a voi, ma non dimenticate di aggiungere un cucchiaino di amido per essere sicuri che la cheesecake sia davvero perfetta.

Cheesecake newyorkese e composta di lamponi

Per la cheesecake:

110g biscotti tipo Digestive

60g burro fuso

500g formaggio tipo quark intero da agricoltura biologica (oppure 250g ricotta + 250g formaggio tipo philadelphia)

1 cucchiaio e 1/2 amido di mais o di tapioca

175g zucchero

2 uova+1 tuorlo

140g panna fresca

1/2 limone biologico (succo e scorza)

Per la composta di lamponi:

100-200g lamponi freschi o surgelati

qualche cucchiaio di zucchero di canna o miele

Accendete il forno. Preriscaldatelo a 150°C. Frullate i biscotti con il burro fuso e distribuiteli in una teglia con il fondo apribile di circa 20cm di diametro, foderata con carta da forno. Premete bene l’impasto in modo da formare uno strato compatto. Mettete la teglia in frigo per far rassodare il biscotto.

Fate la crema. Con le fruste elettriche o la planetaria sbattete formaggio, amido, zucchero, uova, panna, succo e scorza di limone grattugiata. Non preoccupatevi se vi sembra troppo liquida, il miracolo avverrà di lì a poco. Versatela sul fondo di biscotti. Infornate la torta per circa 40-50 minuti. La cheesecake deve risultare soda ma leggermente tremolante al centro.

Lasciatela raffreddare, poi mettetela in frigo per una notte intera (lo so, questa è la parte più difficile.. sapete di avere una cheesecake da urlo, pronta da mangiare e dovete aspettare un numero spropositato di ore prima di farlo! Abbiate fiducia e forza mentale, questo passo è fondamentale e non si può saltare..)  ;)

Consolatevi, allora, con la composta di lamponi. Mettete i lamponi in un pentolino con 3-4 di cucchiai di zucchero (o miele) secondo il vostro gusto. Fateli cuocere leggermente in modo da disfarli un pò, ma non troppo. Lasciate raffreddare la composta a temperatura ambiente e per rincuorarvi mangiatevene pure qualche cucchiaino!

Al momento di servire sformate delicatamente la cheesecake, tagliatela a fette e servitela con una bella cucchiaiata di composta ai lamponi. Altro non serve, se non una buona compagnia.. in mancanza ripiegate su un film!!!!

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com. | Il tema Baskerville.

Su ↑

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 187 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: