Cerca

Volevo fare lo chef

soul & food stories

Tag

formaggio philadelphia

Oops!! C’è un “Cheesecake” nel bicchiere!

Lunedì, 24 maggio 2010


ore 11,30

Adoro i lamponi. Li mangerei continuamente, a quintali. Tutte le volte che li vedo nelle loro vaschette, rossi, polposi e profumati sento un impulso irrefrenabile all’acquisto!! Quindi dalla foto qui sopra potete ben dedurre che in questi giorni me ne sono mangiati un bel pò! LOL. Come sia nata la mia passione per i lamponi non so proprio spiegarlo, anche perché in Sicilia si vedono di sfuggita e solo da pochi anni a questa parte. Immagino sia frutto dei viaggi fatti in Francia in cui i lamponi te li mettono ovunque e perfino nella boulangerie più piccola e sperduta (quelle di provincia, intendo) si può sempre trovare una, più o meno golosa, tartellette di frolla con crema coperta da una montagna di lamponi freschi! Gnam!

Quindi, una volta entrata in possesso delle magiche vaschette di lamponi ho pensato a come usarle esaltando al massimo il gusto dei frutti. All’inizio volevo preparare un gelato o un sorbetto, poi ho trovato l’ispirazione giusta! Un cheesecake nel bicchiere! O meglio una forma remix del cheesecake. La crema infatti è fatta con formaggio cremoso e panna, ma la base non è di biscotto sbriciolato bensì di brownie una torta al cioccolato di origine americana, molto morbida e senza lievito, chiamata così per il suo colore scuro (brown=marrone). Quindi in realtà si tratta di un brownie+cheesecake. Naturalmente il decoro non poteva che essere di lamponi..

Ah, dimenticavo! La ricetta dei brownie, deliziosa!, è tratta dal bellissimo blog di cibo e viaggi di Melissa, io l’ho rivisitata un pò rendendola “gluten free” con la farina di riso e più delicata con l’olio di semi al posto di quello d’oliva.

(P.s. per esser certi di fare tutto senza glutine acquistate zucchero a velo non addizionato di amido)

Cheesecake nel bicchiere

(per circa 4 bicchieri di media grandezza)

per la crema cheesecake:

175g formaggio cremoso tipo Philadelphia

2 cucchiai di panna fresca

6 cucchiai circa di yogurt bianco magro dolce (dolcificato con succo d’uva)

3-4 cucchiai di zucchero a velo

semi di vaniglia q.b.

lamponi freschi q.b.

per il brownie:

115g cioccolato fondente al 60% cacao

80ml olio di semi

85g farina di riso

2 uova grandi

150g zucchero

aroma naturale di vaniglia

Fate la crema cheesecake. Mescolate con la frusta formaggio e yogurt. Diluite con la panna e dolcificate con zucchero a velo a piacere. Unite i semini di vaniglia. Mettete la crema in frigo.

Fate il brownie. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria o nel forno a microonde. Sbattete le uova intere con lo zucchero, quando saranno chiare e spumose aggiungete la farina di riso e vaniglia a piacere. Unite il cioccolato fuso raffreddato e l’olio di semi. Versate in uno stampo quadrato foderato con carta da forno e fate cuocere in forno a 170°C per 15-20 minuti. Il brownie deve essere cotto fuori e ancora morbido dentro, quindi toglietelo dal forno quando uno stuzzicadenti inserito all’interno esce ancora umido (e con residui di torta appiccicati). Una volta freddo tagliatelo a cubetti.

Assemblate brownie+cheesecake: Mettete i cubetti di brownie sul fondo di 4 bicchieri di vetro. Versatevi sopra la crema di formaggio. Decorate con lamponi freschi e mettete in frigo. Volendo, al momento di servire, spolverizzate con zucchero a velo.

Cupcakes alla carota & mandorle

Lunedì, 17 maggio 2010

ore 14,55

Oggi dopo una settimana di pioggia e freddo finalmente è tornato a splendere il sole. Incredibile!!! E sebbene il mio umore non sia stato dei migliori (chi segue il basket saprà già che la mia squadra del cuore, ieri, è retrocessa in Legadue! uffff sigh sigh) mi sono messa in cucina. Oggetto delle mie attenzioni, stavolta, una originalissima farina di carote in cui mi ero imbattuta qualche settimana fa.

In realtà non sapevo nemmeno che esistesse!! Ovviamente appena l’ho adocchiata sullo scaffale del supermercato di Rimini l’ho gettata nel carrello impaziente di scatenare il mio estro! E così è stato. Al momento ho focalizzato le mie alchimie culinarie su una versione casalinga della mitica tortina “camilla”. Ve la ricordate? Quella del Mulino Bianco a forma di cupoletta soffice e golosissima…. Beh, devo dire che tutte le volte che ho provato a realizzarla con le carote fresche l’impasto, seppur ottimo di sapore, non ha mai raggiunto quella stessa consistenza aerea ed è sempre stato piuttosto compatto. Invece con questa farina devo dire che il risultato è una sorpresa, piacevolissimo, soffice, quasi quasi…come quello della camilla!

Si tratta di una farina di carote biologica dalla texture piuttosto granulosa e anche un pò polverosa (che mi ricorda molto una farina di patata proveniente dalle Filippine, date un’occhiata qui). Il colore è arancio non troppo intenso, il profumo forte e leggermente erbaceo. Viene prodotta da un’azienda irpina, Lo Conte (la linko per chi è interessato a conoscere i punti vendita) specializzata in farine di tutti i tipi.

Nel caso in cui non lo sapeste le cupcakes (dall’inglese cup=tazza e cake=torta) sono mini tortine monoporzione di origine americana cotte in stampini individuali di carta plissettata, decorate in modo divertente e coloratissimo. Nascono, infatti, come dolcetti di compleanno per le feste dei bambini, ma da tempo sono amati anche da chi ha qualche anno in più (vi dice nulla Magnolia Bakery, la dolceria newyorkese che appare anche nel serial tv Sex & the City, specializzata in queste bontà?!).

La ricetta è all’incirca un 4/4 (dolce in cui si mette lo stesso peso di uova, burro, farina e zucchero) con qualche modifica dettata dall’umore del momento. Qualche consiglio? Usate sempre pirottini di carta da forno anti-aderenti e inseriteli in uno stampo per muffin. Per completarle ho aggiunto un frosting (glassa o crema) di formaggio cremoso zuccherato, voi potete anche ometterlo se non vi piace, e alcuni confettini di zucchero colorati per un aspetto lezioso e buffo.

Cupcakes alla carota & mandorle

per circa 12 cupcakes

110g burro, ammorbidito

130g zucchero

110g farina autolievitante

1 cucchiaino raso di lievito per dolci

1 cucchiaino colmo di maizena (amido di mais)

2 uova medie

30g mandorle tritate

30g farina di carote

3-4 cucchiai di latte

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

Per il frosting al formaggio cremoso:

170g formaggio cremoso tipo Philadelphia

zucchero a velo q.b.

confettini di zucchero colorati q.b.

Preriscaldate il forno a 180°C. Lavorate il burro con la frusta, unite lo zucchero, le uova una alla volta, la vaniglia, la farina, l’amido e il lievito. Stemperate la farina di carote in 2-3 cucchiai di latte e unitela al composto. Se necessario aggiungete dell’altro latte. L’impasto deve risultare omogeneo, cremoso ma non liquido.

Disponete 12 pirottini di carta da forno in una teglia da muffin. Prendete un porzionatore da gelato (così avrete più o meno la stessa quantità di composto) e usatelo per distribuire l’impasto nelle cartine. Livellate il composto agitando lo stampo avanti e indietro. Infornate per 15-20 minuti o fino a quando le cupcakes saranno dorate. Sformatele dallo stampo e lasciatele raffreddare su una gratella.

Preparate il frosting. Con una frusta sbattete il formaggio cremoso con zucchero a velo a piacere. Versate la crema in un sac à poche e decorate le cupcakes. Ultimate con una spruzzata di confettini colorati.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: