Cerca

Volevo fare lo chef

soul & food stories

Tag

fragola

Summertime: gelato di fragola e cioccolato bianco

Mercoledì, 9 giugno 2010

ore 9,00

L’estate sembra essere definitivamente arrivata e per combattere l’afa non c’è niente di meglio di un fresco gelato alla frutta! No??? Che gusto fare? Il dilemma era lì.. ad attendere di essere risolto. Il marito chiedeva insistentemente “zenzero, zenzero, zenzero”, ma il cestino di polpose e fragranti fragole in frigorifero mi suggeriva altro. E come avrete già capito dalla foto il tira e molla mi ha vista vincitrice!

Vi presento allora il gelato alle fragole e cioccolato bianco. Nulla di super originale, penserete! Piuttosto, direi io, un gusto classico da morire ma quanto mai intrigante. Cremoso al punto giusto grazie a una base leggerissima di crema inglese e poi? Che altro aggiungere? Che vi serve un termometro a sonda (tipo quello dell’ikea che costa pochi euro) per misurare la temperatura della crema e che il cioccolato bianco, di solito, non mi fa impazzire ma qui ci sta davvero bene in quanto non è invadente ed è in pratica il lato B del gelato (hihihi)… beh, quello che ha sempre un suo perché. LOL

Gelato alla fragola e cioccolato bianco

250g fragole mature

200g zucchero

150g panna fresca

200g latte

1 uovo (tuorlo)

50g cioccolato bianco

semi di vaniglia

Scaldate in un pentolino latte, panna e vaniglia. Nel frattempo mescolate  il tuorlo con lo zucchero. Versatevi sopra il latte caldo, poco alla volta, mescolando bene. Poi spostate la miscela in una ciotola e ponetela sopra un bagnomaria. Portate il composto a 80°C – in modo da pastorizzare l’uovo – ma attenzione a non andare troppo oltre altrimenti rischiate di fare una frittata piuttosto che una crema! Quando vela il cucchiaio toglietelo dal bagnomaria, aggiungete il cioccolato bianco a pezzetti, mescolatelo e lasciatelo raffreddare (otterrete una consistenza piuttosto liquida, in quanto contiene solo un tuorlo).

Pulite le fragole e frullatele fino a ridurle in purea. Mescolate la purea con la crema inglese. Versate nella gelatiera e fate mantecare.

Io l’ho servito con una macedonia di frutti di bosco e fragole fresche condita con zucchero e vaniglia.

*Soul cake*: torta gelato alla fragola

Lunedì, 3 maggio 2010

ore 11,30

Qualche settimana fa parlando del più e del meno con mia mamma il discorso è caduto, non so bene come, sul gelato o meglio….

io: ti ricordi quella torta gelato alla fragola con la panna sopra che facevi sempre quando eravamo piccoli?

la mamma: quale?

io: ma sì, dài, quella di Bice, con il latte condensato.

la mamma: davvero?? ….io facevo una torta gelato??? (decisamente incredula, ndr) noooo…. adesso cerco la ricetta!

Ed eccola qui. Non una torta qualsiasi, ma LA torta-gelato alla fragola con panna e biscotti.

Un dessert incredibilmente semplice, niente affatto elaborato che, tuttavia, ha sempre avuto un posto speciale nei ricordi miei e in quelli di mio fratello. Probabilmente perché mia madre non ha mai cucinato molti dolci (torta di mele a parte) e quindi la sua preparazione, una volta ogni tanto, era proprio un evento!! Ricordo ancora l’eccitazione che si respirava in casa, in primavera, quando si avviava il frullatore e dal rumore assordante nasceva una piccola magia. La crema di fragole avanzata che si leccava con le dita, la meticolosità con cui distribuivo i biscotti. Un vero soul food, cibo per l’anima, che rincuora, fa sentire felici, protetti, a casa, ovunque.

Ricetta assolutamente anni 80 per una base di latte condensato (che credo non si veda più in giro almeno da un decennio, nei dessert) molto cremosa e soffice. Una sorta di semifreddo vellutato poggiato su un fondo di biscotti pavesini imbevuti nel latte o nel liquore Strega (e qui il revival è totale!! almeno per me che son cresciuta a torte di compleanno con pan di Spagna imbevuto nel suddetto liquore e crema pasticcera) sormontato da un velo di panna montata. Il binomio panna-fragole, non devo certo ribadirlo io, è da sballo, gradevole e delicatissimo.

Che altro dire? Allora mi sembrava buonissima, oggi la vedo ancora-più-buona perché ha il valore aggiunto di quel lato infantile e coccoloso che solo certi cibi hanno nella nostra memoria..

Torta gelato alla fragola

400g fragole

1 lattina di latte condensato (circa 400g)

500g panna fresca

2 limoni (succo)

2-3 sacchetti di biscotti tipo pavesini

fragole per decorare q.b.

latte o liquore Strega q.b.

Lavate e pulite le fragole. Frullatele con il succo di limone e il latte condensato.

Montate a neve la panna, mescolatene 3/4 circa alla crema di fragole e tenete il resto da parte per la decorazione finale.

Versate il composto alla fragola in uno stampo tondo dal fondo apribile (oppure usate un anello da pasticceria; se preferite potete fare delle monoporzioni) rivestito con pellicola trasparente. Ultimate con uno strato di pavesini imbevuti nel latte o nel liquore Strega (che faranno da fondo-torta). Mettete in freezer.

Dopo alcune ore sformate la torta gelato. Ricopritela con la panna montata tenuta da parte e decoratela con qualche fragola. Rimettete la torta in freezer a rassodare. Prima di affettarla e servirla lasciatela per una decina di minuti a temperatura ambiente.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: