Cerca

Volevo fare lo chef

soul & food stories

Tag

yogurt

Oops!! C’è un “Cheesecake” nel bicchiere!

Lunedì, 24 maggio 2010


ore 11,30

Adoro i lamponi. Li mangerei continuamente, a quintali. Tutte le volte che li vedo nelle loro vaschette, rossi, polposi e profumati sento un impulso irrefrenabile all’acquisto!! Quindi dalla foto qui sopra potete ben dedurre che in questi giorni me ne sono mangiati un bel pò! LOL. Come sia nata la mia passione per i lamponi non so proprio spiegarlo, anche perché in Sicilia si vedono di sfuggita e solo da pochi anni a questa parte. Immagino sia frutto dei viaggi fatti in Francia in cui i lamponi te li mettono ovunque e perfino nella boulangerie più piccola e sperduta (quelle di provincia, intendo) si può sempre trovare una, più o meno golosa, tartellette di frolla con crema coperta da una montagna di lamponi freschi! Gnam!

Quindi, una volta entrata in possesso delle magiche vaschette di lamponi ho pensato a come usarle esaltando al massimo il gusto dei frutti. All’inizio volevo preparare un gelato o un sorbetto, poi ho trovato l’ispirazione giusta! Un cheesecake nel bicchiere! O meglio una forma remix del cheesecake. La crema infatti è fatta con formaggio cremoso e panna, ma la base non è di biscotto sbriciolato bensì di brownie una torta al cioccolato di origine americana, molto morbida e senza lievito, chiamata così per il suo colore scuro (brown=marrone). Quindi in realtà si tratta di un brownie+cheesecake. Naturalmente il decoro non poteva che essere di lamponi..

Ah, dimenticavo! La ricetta dei brownie, deliziosa!, è tratta dal bellissimo blog di cibo e viaggi di Melissa, io l’ho rivisitata un pò rendendola “gluten free” con la farina di riso e più delicata con l’olio di semi al posto di quello d’oliva.

(P.s. per esser certi di fare tutto senza glutine acquistate zucchero a velo non addizionato di amido)

Cheesecake nel bicchiere

(per circa 4 bicchieri di media grandezza)

per la crema cheesecake:

175g formaggio cremoso tipo Philadelphia

2 cucchiai di panna fresca

6 cucchiai circa di yogurt bianco magro dolce (dolcificato con succo d’uva)

3-4 cucchiai di zucchero a velo

semi di vaniglia q.b.

lamponi freschi q.b.

per il brownie:

115g cioccolato fondente al 60% cacao

80ml olio di semi

85g farina di riso

2 uova grandi

150g zucchero

aroma naturale di vaniglia

Fate la crema cheesecake. Mescolate con la frusta formaggio e yogurt. Diluite con la panna e dolcificate con zucchero a velo a piacere. Unite i semini di vaniglia. Mettete la crema in frigo.

Fate il brownie. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria o nel forno a microonde. Sbattete le uova intere con lo zucchero, quando saranno chiare e spumose aggiungete la farina di riso e vaniglia a piacere. Unite il cioccolato fuso raffreddato e l’olio di semi. Versate in uno stampo quadrato foderato con carta da forno e fate cuocere in forno a 170°C per 15-20 minuti. Il brownie deve essere cotto fuori e ancora morbido dentro, quindi toglietelo dal forno quando uno stuzzicadenti inserito all’interno esce ancora umido (e con residui di torta appiccicati). Una volta freddo tagliatelo a cubetti.

Assemblate brownie+cheesecake: Mettete i cubetti di brownie sul fondo di 4 bicchieri di vetro. Versatevi sopra la crema di formaggio. Decorate con lamponi freschi e mettete in frigo. Volendo, al momento di servire, spolverizzate con zucchero a velo.

Annunci

Torta allo yogurt #remix

Martedì 20 aprile, 2010


ore 15,00

Rientrata da un week end tutto passato in macchina tra basket e gastronomia (qui si lavora ogni tanto!! ehheee hee) da Bondeno a Cantù passando per Piacenza e quindi nell’ordine: dal famoso carrello dei bolliti dello storico ristorante ferrarese Tassi accompagnato con salsine e mostarda; all’onnipresente Parmigiano Reggiano declinato nelle caramelle di pasta, nei fiori di zucca e così via in un delizioso casale di campagna alle porte di Busseto; fino a una semplicissima pizza con amici dopo una partita dal finale inatteso (per la cronaca abbiamo vinto!! hip hip hurrà!); sono tornata alla base.

Devo ammettere che dopo questi week end mi occorre un pò di tempo per carburare e rimettermi in cucina. Così, l’unica cosa che sono riuscita a preparare, ieri, è stata una versione remix della semplicissima e molto anni ’80 torta allo yogurt. Sì, sì, proprio quella che si fa usando come unità di misura il vasetto-di-yogurt. Insomma una torta stra-facile che sa fare pure mia mamma, notoriamente negata per la pasticceria!! (mamma, dài, fai finta di non aver letto nulla!!!). Quindi anche se non avete molta confidenza con cake e tortine provate a farla.

La cosa più bella di questa torta è, naturalmente, che non bisogna star lì a pesar tutto con la bilancia digitale per non perdere nemmeno un grammo, che è soffice e intrigante e di solito riesce bene! Il mio metodo è molto veloce: mescolo tutto insieme nel mixer, senza passaggi intermedi (leggi sbattere a neve i bianchi eccetera eccetera). La versione remix che ho elaborato include yogurt greco, cocco a scaglie e una copertura dorata a base di zucchero vergeoise (ricavato dalla melassa) che dà un tocco sfizioso e un pò esotico.

Torta allo yogurt, lime e cocco

1 vasetto di yogurt greco magro (170g), tipo Total 0% Fage

2 uova grandi

2 vasetti scarsi di zucchero

3 vasetti scarsi di farina

1/2 vasetto di farina di cocco (cocco essiccato grattugiato)

1 vasetto di olio di semi di arachidi

1/2 bustina di lievito per dolci (meglio se bio)

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

1 cucchiaino di scorza di lime (biologico) o limone, grattugiata

cocco a scaglie q.b.

zucchero vergeoise o di canna q.b.

Preriscaldate il forno a 180°C. Versate lo yogurt nella ciotola del mixer. Pulite il vasetto e usatelo come unità di misura (riempiendolo, al massimo, fino a dove c’era lo yogurt). Aggiungete le uova, lo zucchero, la farina, la vaniglia, la farina di cocco, l’olio, la scorza di lime e  il lievito. Frullate per un minuto o poco più aggiungendo uno o due cucchiai di latte se l’impasto dovesse sembrarvi troppo sodo.

Versate in uno stampo quadrato foderato con carta da forno. Spolverizzate la superficie della torta con lo zucchero vergeoise (o lo zucchero di canna) e un pò di scaglie di cocco. Infornate per circa 30-35 minuti o fino a quando uno stuzzicadenti inserito al centro della torta uscirà perfettamente asciutto. Lasciatela raffreddare nella teglia.

P.s. Potete accompagnarla con del gelato alla vaniglia o al cocco.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: