Cerca

Volevo fare lo chef

soul & food stories

Tag

zucca delica

Sotto la pioggia: panini alla zucca

Martedì, 6 novembre 2012

ore 17,00

All’improvviso arriva la pioggia.

Gocce grandi e corpose cadono lente e poi sempre più frenetiche, mentre il sole comincia a nascondersi dietro le nuvole. Sotto la pergola di legno l’atmosfera è irreale. Una luce chiara si insinua tra i rami. Il fiore di tarassaco è una macchia candida nel verde.

Abbiamo ancora qualche attimo per mordere un piccolo panino alla zucca, morbido, tiepido. Poi, una corsa veloce, mano nella mano. Le foglie secche sembrano quasi scricchiolare sotto il peso delle scarpe da tennis. Sotto la pioggia d’autunno.

Panini alla zucca

per circa 15-20 mini panini

zucca, polpa a dadini (Delica) | 250g

acqua | 300 ml

latte | 2 cucchiai

farina di grano tenero tipo 2 (bio e macinata a pietra!) | 250g

farina 00 (bio) | 250g

lievito di pasta madre (di frumento) secco* | 20g

sale marino | 1 cucchiaino

malto d’orzo | 1 cucchiaino

olio di semi | 1 cucchiaio

semi di sesamo per decorare e 1 uovo sbattuto per spennellare

Fate bollire per 15 minuti la zucca con l’acqua e il latte. Frullate tutto per ottenere una crema omogenea (la quantità dovrebbe essere circa 350 ml). Nella planetaria (oppure in una ciotola se impastate a mano) mescolate le due farine, lievito, sale, malto e olio. Unite la purea di zucca tiepida e impastate per circa 10 min., se necessario unite altra farina. Lasciate lievitare l’impasto, coperto, fino al raddoppio. Poi dividetelo in palline da circa 50g l’una. Disponetele, vicine, in una teglia tonda foderata con carta forno. Lasciate lievitare i panini fino al raddoppio. Spennellateli con un pò d’uovo sbattuto diluito con un filo di latte. Cospargeteli di semi di sesamo e cuoceteli in forno già caldo a 180°C per circa 10-15 min. Sformateli e serviteli freddi.

Nota: questi panini hanno un gusto piuttosto delicato, né dolce né salato, così da poter essere mangiati con qualcosa di zuccheroso (la butto qui per caso.. tipo crema di cioccolato o nocciole?! ;) o di salato (tipo salumi e formaggi). Se li preferite più decisi in un senso o nell’altro ricordatevi di aggiungere qualche cucchiaio di zucchero all’impasto per la versione dolce e un pò di sale in più per la versione salata.

* il lievito di pasta madre secco lo trovate nei negozi di alimenti bio tipo Naturasì.

(Under the fall rain. Kabocha squash panini)

Suddenly the rain. Raindrops come down slowly.. while the clouds hide the sun. Under the pergola the mood is surreal. A pale sunlight creeps among the oakwood branches. Dandelion is a snow-white spot in the green, a wishful concentrate. We still have some time to bite a kabocha squash panino, soft, lukewarm. After, we run, hand in hand. Dry leaves on the grass seem to creak under our tennis shoes. Under the fall rain.

Cook for 15 mins. 250g of kabocha (Delica) squash flesh, chopped (skin removed) + 300ml water + 2 tbsp milk. Blend with a stick blender (you should have about 350ml of puree). Mix 250g organic bread flour (italian type 2) + 250g organic all-purpose flour (italian 00 flour) + 20g organic wheat dry sourdough* + 1 tsp barley malt + 1 tsp sugar + 1 tsp kosher salt + 1 tbsp oil. Add the squash puree and knead for 10 min. the dough should be smooth but not sticky. Let it rest, until doubled in size. Divide the dough into 15-20 small balls (50g each) and arrange them into a round tin, lined with non-stick paper. Let the panini rise until doubled. Brush the panini with a lightly beaten egg + a drop of milk, and sprinkle with sesame seeds. Bake in a preheated oven to 180°C for 10-12 min. Cool on a wire rack. Serves 4 -6.

Jot down: these panini are quite subtle in taste, so they can be eaten with both sweet stuff ;) (like hazelnut chocolate spread!) or italian salami+cheese. If you like them sweeter, add some spoons of caster sugar to the dough; if you prefer them savoury, add an extra pinch of salt.

Insalata d’autunno: zucca e senape

Venerdì, 21 ottobre 2011

ore 23,30

L’autunno è finalmente arrivato. Con mio grande disappunto, ovviamente.

Pioggia a catinelle (ero a Roma, ieri!), aria frizzantina tendente al gelido, cappelli di lana (??) e stivali dappertutto intorno a me. A malincuore sto pensando di chiudere i sandali nell’armadio e di tirar fuori i collant supercoprenti.. di quelli che nemmeno in Siberia si usano più..LOL

Un velo di malinconia mi sfiora, ma non faccio in tempo a rendermene conto. Eeeeetciù. Scusate, ho il raffreddore.

Penso che tutto sommato l’autunno non è poi così male, è la stagione delle zucche, delle foglie che cadono (e vai con i luoghi comuni!) e ottobre è il mio zuccamese per eccellenza. Quindi ricette alla zucca a oltranza, dall’antipasto al dolce. Per sfuggire all’immancabile crema di zucca punto tutto su quel tipo di piatto che non sai mai se va considerato un contorno-un-antipasto-o-un’insalata. Mi ispiro a una ricetta di delicious. ma ci metto, come sempre, il mio zampino.

Propendo per l’insalata. Tiepida-calda, viste le condizioni climatiche che già mi infastidiscono. Zucca, rucola, senape, noci: pochi ingredienti che messi insieme passano automaticamente dall’ordinario allo sfizioso. Un mix dolce-piccante-pungente.

Croccante-morbido-croccantissimo allineati in sequenza.

La zucca, verde fuori ma giallo-arancio dentro, piccola e dolce, viene cotta in forno, con una sferzata di pepe nero, aglio intero e semini di senape. Poi viene aggiunta della rucola, pezzetti di noce e una vinaigrette, alla senape. Facile, gustoso e indolore.

Insalata d’autunno: zucca e senape

per 2 persone

1/2 zucca tonda verde (tipo delica – kabocha)

1 mazzetto di rucola

3 spicchi di aglio

noci (io ho usanto le pecan) qb

fior di sale, pepe nero e semi di senape qb

per la vinaigrette:

4-6 cucchiai di olio extr.vergine d’oliva

2-3 cucchiai di aceto di Jerez (o aceto di vino rosso intenso)

2 cucchiaini di senape piccante

Preriscaldate il forno a 180°C. Tagliate la zucca a spicchi, sbucciatela ed eliminate i semi. Mettete le fette in una teglia con gli spicchi d’aglio sbucciati e schiacciati, sale, pepe e semi di senape a piacere. Cuocetela per circa 30 min. o fino quando morbida e dorata.

Nel frattempo lavate la rucola, asciugatela e disponetela sui piatti. Preparate la vinaigrette alla senape, modulando le dosi (2 parti di olio+1 parte di aceto+1 cucchiaino di senape) secondo i gusti. Tritate grossolanamente le noci.

Impiattate: poggiate le fette di zucca (ancora calde) sulla rucola, condite con la vinaigrette e ultimate con le noci. Gustatela subito.

P.s. i semini di senape li trovate nei mini market etnici  ^-^

(Autumn salad: kabocha squash and mustard)

Preheat the oven to 180°C. Peel and slice 1/2 kabocha (green) squash (or butternut squash) into wedges. Toss the slices with extravirgin olive oil, salt, pepper and black mustard seeds. Add 3 peeled garlic cloves. Roast for 30 min. or until soft and golden. Whisk 2 tsp of mustard with 4-6 tbsp of extravirgin olive oil and 2-3 tbsp of sherry vinegar. Serve the squash warm, mixed with some arugula leaves. Drizzle the mustard vinaigrette on top and scatter over some rougly chopped pecan nuts. Enjoy! (makes 2 servings, adapted from a delicious. recipe)

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: