Venerdì, 23 aprile 2010


ore 15,30

Qualche giorno fa ho ricevuto in regalo un mazzolone di asparagi a chilometro zero. Ok, di solito le donne ricevono mazzi di fiori, ma beh, che devo dirvi, io ogni tanto ricevo anche mazzi di verdure! Il pensiero, tra l’altro, opera dell’amico gran-gourmet Kurt e compagno di cene indimenticabili sia in casa che fuori (devo confessare che si è occupato di guide gastronomiche), è stato più che gradito. Non solo perché è bello essere coccolati dagli amici, ma anche perché gli asparagi sono tra le mie verdure preferite!! LOL

Come talvolta accade le mie idee gastronomiche per il pranzo hanno raggiunto, oggi, il minimo storico essendo pressoché pari a zero. Da un paio di giorni infatti giro intorno all’idea di fare i marshmallow in casa e tutto il resto…è noia!! Ma non tutti i mali, si fa per dire, vengono per nuocere. Quando tutto sembrava perduto ecco che i neuroni (pochi) hanno cominciato a funzionare (GULP) e le associazioni si sono fatte più evidenti, quasi lineari.

Beccatevi allora questa pasta agli asparagi, salmone e pistacchio di Bronte che sa di terra ma gioca con un sottile aroma di mare, che mescola colori e consistenze. Il pistacchio è fondamentale, perché dà un sapore speciale. Io ne ho scoperto uno buonissimo prodotto in Contrada Ponte Sciara a Bronte dall’azienda Valle dell’Etna. E ve lo linko qui non per pubblicità (in quanto me lo vado a comprare dal mio spacciatore di fiducia, alias il negozio “Cristaldi” di Catania, e lo pago pure un bel pò), ma perché secondo me merita davvero un assaggio. Inoltre la stessa azienda produce un pesto salato di pistacchi che è la fine del mondo. Provate per credere.

Penne, crema di asparagi, salmone e pistacchio di Bronte

per 2 persone:

150g penne ritorte rigate

1 mazzetto di asparagi freschi

1 piccolo scalogno

1/2 filetto di salmone fresco, tagliato per carpaccio

una manciata di pistacchi di Bronte

qualche goccia di succo di lime (o limone)

sale

pepe nero Tellicherry

Pulite gli asparagi, privateli della parte dura, tagliateli a rondelle tenendo da parte le punte intere che cuocerete a parte.

Metteteli in una casseruola con un filo d’olio e lo scalogno affettato. Fateli soffriggere leggermente, poi copriteli con un pò di acqua calda, spruzzateli con succo di lime (evita l’ossidazione), sale e pepe nero e lasciateli cuocere coperti fino a quando saranno teneri.

Nel frattempo affettate a striscioline il salmone fresco e tritate i pistacchi.

In una padella friggete le punte di asparagi con un velo d’olio, unite qualche goccia di succo di lime per non farle annerire. Frullate gli asparagi cotti con lo scalogno fino a ridurli in una crema densa (se necessario addensatela sul fuoco medio). Cuocete la pasta al dente. Versatela sulle punte di asparagi, unite la crema e saltate per un minuto.

Disponete la pasta nei piatti, decoratela con le strisce di salmone fresco (si cuoceranno con il calore del condimento), spolverizzate con un pò di pistacchio tritato e un giro di pepe nero Tellicherry (pepe indiano della regione costiera del Malabar dal gusto fruttato, molto intenso, si trova nelle drogherie più fornite)

Annunci